Commissione tributaria prov.le Caserta: È valida la notificazione a mezzo p.e.c. del ricorso tributario

Con sentenza n. 2101/02/17, la seconda sezione della Commissione tributaria provinciale di Caserta afferma la validità della notificazione a mezzo p.e.c. del ricorso introduttivo del processo tributario.

ctp Caserta 

Sede della C.T.P. di Caserta (foto: www.corrierecaserta.it)

Chiedi una consulenza: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Con la sentenza in commento, la Commissione tributaria di Caserta, II Sezione, ha affermato la validità, nel processo telematico, delle notificazioni a mezzo posta elettronica certificata (p.e.c.).

In una nota a piè della prima pagina della sentenza, il giudice tributario ha richiamato l'art. 1 della legge 53/1994, come modificato dall'art. 46 D.L. 90/2014, che prevede la possibilità, per l'avvocato munito di procura alle liti, di provvedere ala notificazione in via telematica degli atti in materia civile, amministrativa e straguidiziale, salvo che l'autorità giudiziaria non disponga che la notifica sia eseguita personalmente.

Si tratta di una pronuncia particolarmente innovativa, in quanto risulta essere una delle prime che ha ritenuto applicabile anche al processo tributario la normativa sopra citata.

Nel caso di specie, il ricorso concerneva un'opposizione ad un'intimazione di pagamento notificata ad un nostro cliente per mancato pagamento di alcuni tributi erariali (Irpef) e regionali (tasse automobilistiche).

Oltre ad affermare la piena validità della notificazione a mezzo p.e.c., la Commissione ha accolto il nostro ricorso stante l'intervenuta prescrizione dei crediti delle amministrazioni resistenti.

In particolare, per le tasse automobilistiche, la normativa prevede che i crediti delle Regioni si estinguano decorso il terzo anno successivo a quello in cui doveva essere effettuato il pagamento.

Per l'Irpef, invece, vige la prescrizione ordinaria decennale.

Avv. Anna Gabriele                                                                              Avv. Vincenzo Orefice

 

Chiedi una consulenzaThis email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.